chiuse le attività produttive non essenziali per contenere il coronavirusLe attività produttive riconosciute come essenziali dal Governo, dopo la chiusura annunciata dal premier Giuseppe Conte in una diretta pubblicata sulla sua pagina Facebook nella notte del 21 marzo, sono state ufficializzate nel nuovo Dpcm emanato nella serata del 22 marzo.

Clicca qui per scaricare l’allegato 1 del testo del Dpcm del 22 marzo che andrà in vigore a partire dal 23 marzo 2020 e che contiene la lista delle attività che potranno rimanere aperte

Le imprese le cui attività sono sospese per effetto del presente decreto completino le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattare la tua sede di riferimento.